Utilità delle frese per la spianatura del legno

Utilità delle frese per la spianatura del legno

La pialla jointer o pialla a mano è oramai stata sostituita, dai costruttori di mobili, dalle frese per la spianatura del legno. Sono molto utili per raddrizzare le superfici ruvide dei pannelli ed è per questo motivo che gli ebanisti non se ne disfano affatto. Tuttavia mentre è fondamentale avere il tipo giusto di strumento, è altrettanto importante conoscere i consigli per l’uso, come anche i suggerimenti e i trucchi per ottenere una spianatura perfetta.

Le frese per spianatura legno hanno un tamburo rotante, concavo e cilindrico il quale si fa passare attraverso la superficie del pezzo di legno che si vuole assemblare e lo rendono completamente piatto. Prima di tutto bisogna montare un tagliente frontale che sia adatto alla fresa e di conseguenza regolare la velocità di rotazione e la profondità del taglio. È importante assicurarsi di aver installato e bloccato correttamente il dispositivo nel mandrino del router utilizzando l’apposito pulsante. Anche i bulloni di montaggio devono essere fissati in modo sicuro per una maggiore praticità e precisione. Questo perché non bisogna lasciare che la fresa si allenti durante la lavorazione del pezzo. L’uso corretto delle frese per la spianatura del legno richiede anche il rispetto di alcune istruzioni di sicurezza. Come da prassi è consigliato indossare cuffie, guanti e occhiali. Il router deve rimanere spento durante la regolazione dell’RPM, della barra di arresto e della sua configurazione.

Muovere i primi passi per la spianatura del legno

I carpentieri usano questo strumento per lucidare la superficie di una scrivania o del legno in generale. Con le frese per la spianatura del legno è ora di dire addio alla piallatura manuale e a tutti i tipi di problemi che ne comporta. Quando la punta è stata saldamente posizionata alla fresatrice, è consigliato aspettare che la fresa per la spianatura del legno funzioni a piena velocità e in seguito bisogna fare scorrere lo strumento lungo la superficie dell’asse di legno. Per ottenere risultati perfetti è opportuno muovere il meno possibile la superficie da trattare. Per fare ciò, si può pensare di montare la fresatrice su un finto tavolo, lasciando un margine da 1 a 2 cm di altezza. Il tavolo deve essere fissato saldamente in modo che tutto rimanga immobile per una opportuna lavorazione del legno.

Che cos’è una fresa frontale

La fresa frontale è come un tamburo rotante il cui compito principale è quello di assottigliare un pezzo di legno o di metallo. Questo trattamento è chiamato spianatura o trattamento superficiale. Naturalmente le frese per la spianatura del legno eseguono un lavoro che consiste nell’asportazione del rivestimento da una zona oppure la fresatura dei giunti. Questa attività viene fatta con il movimento regolare della fresa a seconda della profondità scelta.

Scegliere la fresa giusta

I ritagli digitali, comunemente noti come CNC o router CNC, rimuovono il materiale dalla parte che si desidera lavorare tramite una fresatrice o una rifilatrice. In commercio ci sono una moltitudine di frese CNC che corrispondono a diversi tipi di finitura, ad esempio frese per la spianatura del legno, a V per incisione, a estremità piana diritta, a estremità piana elicoidale e a candela semisferiche per la lavorazione 3D. Le frese possono essere progettate per evacuare i trucioli verso l’alto (upcut) o verso il basso (downcut).Alcune di queste sono realizzate in acciaio duro abbastanza semplice (HSS), altre in carburo di tungsteno o metallo duro e alcune hanno un rivestimento che aumenta notevolmente la durezza e la durata della fresa e può consentire la lavorazione di materiali molto duri ottimizzando il raffreddamento.

You may also like