Pelle secca e screpolata? Sintomi, Cause e Cure

Pelle secca e screpolata? Sintomi, Cause e Cure

È capitato a tutti almeno una volta nella vita di soffrire di pelle secca, sentendola ruvida al tatto e soprattutto tirata più del dovuto.

Si tratta di una situazione decisamente sgradevole, poiché parliamo di uno degli organi più estesi del corpo, che dovrebbe essere trattato in maniera adeguata per evitare che si danneggi nel breve e lungo termine, pagandone le conseguenze in futuro.

Per questo motivo un’epidermide non idratata non sarà in grado di compiere il proprio compito di protezione, esponendoci a fastidiosi disagi per tutta la giornata.

I sintomi della pelle secca

Il primo segno che non state ponendo adeguata attenzione all’idratazione della vostra pelle è la sensazione che questa possa tirare, infiammandosi e provocando prurito diffuso o localizzato, bruciore, piccoli tagli dolorosi e desquamazione più o meno grave.

La situazione dipende da fattori interni ed esterni, che possono aggravare il disagio con il passare dei giorni se non si operano gli opportuni accorgimenti, così come tutti i sintomi si possono presentare in forma acuta o leggera a seconda di quanto abbiamo tralasciato la cura del corpo.

Può tuttavia capitare che nonostante i nostri sforzi il derma non risulti mai liscio come lo vogliamo e questo potrebbe essere sintomo della presenza di alcune malattie legate ai tessuti superficiali.

È il caso ad esempio della Xerosi, della Cheratosi Pilare, dovuto a un accumulo eccessivo di cheratina, della Dermatite Atopica, che provoca arrossamenti e chiazze infiammate, della Psoriasi, che genera un processo di desquamazione talmente intenso da risultare talvolta inarrestabile, o addirittura di patologie metaboliche o renali che limitano la presenza di acqua nelle varie zone del corpo.

Il consiglio è quello di operare ogni giorno una corretta routine di idratazione e verificare se si tratta di una condizione temporanea o se invece è il caso di consultare un medico.

Essendo spesso la pelle secca strettamente connessa alla sensibilità del derma, sarebbe opportuno ricorrere a prodotti che non siano troppo aggressivi, optando per cosmetici naturali biologici, spesso acquistabili online da piccoli produttori che fanno della propria passione un lavoro al servizio dei clienti e della loro salute.

Una crema corpo bio, rispetto a una commerciale, contiene al suo interno principi studiati con cura per essere perfettamente tollerati anche dai soggetti più sensibili, rispettando quello che è il normale ph e soprattutto la composizione base del corpo.

Le cause della pelle secca

Quando si parla di pelle secca generalmente i fattori responsabili sono di tipo esogeno ed endogeno, a seconda se provengono dall’esterno o dall’interno dell’organismo.

In entrambi i casi è possibile ovviare al problema prendendo una serie di accorgimenti, così da lenire le infiammazioni ed evitare che queste possano ripresentarsi in futuro con la stessa intensità.

Cosa avviene alla pelle quando subisce un processo del genere?

Bisogna partire dal presupposto che il tessuto che riveste il nostro corpo produce in autonomia Fattori di Idratazione Naturali (NMF) e quando questi per qualche motivo diminuiscono o vengono dei tutto a mancare la zona perde la propria capacità di trattenere acqua.

Ciò può accadere per un lavaggio troppo frequente, utilizzando prodotti aggressivi e non bio o per delle creme totalmente inadatte al proprio tipo di epidermide.

Tra i fattori ambientali è possibile citare condizioni meteorologiche particolari, come un caldo o un freddo eccessivo, il cambio di stagione sofferto in maniera particolare, l’esposizione selvaggia al sole e ai raggi ultravioletti, che provocano la disidratazione oltre che l’invecchiamento precoce dell’epidermide e alcune gravi malattie che possono sopraggiungere in seguito.

Inoltre, esistono alcuni farmaci essenziali per la salute che purtroppo presentano questo effetto collaterale, come quelli usati per la radioterapia e la chemioterapia, oppure diverse tipologie di diuretici per tenere sotto controllo la pressione sanguigna, che servono ad eliminare i liquidi.

Ad interferire in maniera determinante, poi, riscontriamo fattori genetici, flussi ormonali particolarmente oscillanti a causa di gravidanze o scompensi di vario genere, l’età, poiché anche il metabolismo della pelle tende a rallentare con il passare degli anni, necessitando di una routine quotidiana molto più intensa rispetto a quella svolta in precedenza.

Citiamo infine una serie di cattive abitudini alimentari e di vita, come l’eccesso di fumo che incide sulla circolazione sanguigna, bere poca acqua nel corso della giornata pur perdendo i liquidi, l’utilizzo di acqua troppo calda durante la doccia, profumi aggressivi o prodotti a base di alcol.

Anche gli ambienti di lavoro o domestici caratterizzati dall’aria secca non aiutano di certo, poiché una certa dose di umidità consente ai tessuti di rimanere maggiormente morbidi e compatti.

Come prevenire la pelle secca

Il primo passo da compiere quando ci si accorge che la propria pelle è ormai irrimediabilmente secca è ricorrere a una buona crema corpo bio, come ad esempio quella di Naturessere, un brand eco bio che ogni giorno lavora per il benessere di tutto l’organismo, oltre che per la salvaguardia del pianeta, per iniziare subito a ripristinare il film danneggiato così da ritrovare tonicità e soprattutto morbidezza in breve tempo.

Per evitare di subire però nuovamente una condizione di questo genere, i consigli da seguire sono molteplici:

  • eseguire una routine di idratazione costante con cosmetici bio italiani, evitando di andare a letto senza aver spalmato un valido prodotto su tutto il corpo
  • bere una quantità di acqua tale da reintegrare i liquidi persi durante la giornata, che può essere variabile ma certamente non deve scendere al di sotto di 1,5 litri quotidiani
  • evitare i prodotti troppo aggressivi, a base di sostanze chimiche delle quali non si conosce la provenienza, prediligendo i principi derivanti dalla natura, ricca di potenzialità sotto diversi punti di vista
  • se possibile limitare il fumo, così da preservare non solo la pelle ma anche tutti gli altri organi
  • non esporsi a temperature troppo calde o fredde e improvvisamente variabili, così come all’aria secca degli ambienti chiusi come ad esempio gli uffici o gli aerei. In questo caso prendete una pausa ogni tanto e provvedere a idratare nuovamente il corpo, passando velocemente una lozione che possa asciugarsi in tempi brevi e non lasciare la sensazione di unto.

You may also like