Il responsabile di servizio prevenzione e protezione esterno

Il responsabile di servizio prevenzione e protezione esterno

Questa nuova figura professionale, ad oggi, risulta essere molto ambita, ma ci sono dei requisiti precisi che possano essere utili per arrivare ad attuare questo lavoro. In primo luogo, è necessario che ci sia almeno il diploma di scuola superiore, nonché una laurea in alcune materie scientifiche, la quale può essere un requisito fondamentale per tutti quelli che vogliono diventare responsabile rappresentanti del servizio di protezione e di prevenzione. Questa nuova figura professionale si traduce nel ruolo di RSPP, ma c’è da dire che dopo aver conseguito un titolo di studio non c’è bisogno di iscriversi all’albo professionale.

La laurea, naturalmente, è importante, ma non è necessaria soltanto questa per svolgere tutti i compiti del responsabile del servizio protezione e prevenzione. Infatti, potrebbe essere necessario svolgere uno studio per avere poi un attestato di frequenza, con annessa verifica, di tutti gli apprendimento ai corsi di formazione in queste specifiche materie: protezione dei rischi e prevenzione. Questo compito è svolto ad adempio dal servizio di RSPP (Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione) esterno di Studio HS.

Compito del RSPP

Il responsabile servizio protezione assicurazione interno è una professione che consente attuare internamente ad un’azienda, magari a fianco di un datore di lavoro e di un imprenditore, chi investe su questa figura per avere più chiara la normativa sulla sicurezza all’interno del lavoro.

I compiti, possono essere divisi in modo molto semplice: in primo luogo c’è appunto la collaborazione con il datore di lavoro, che magari vuole essere molto più sicuro e proteggere anche i propri dipendenti; dopodiché è necessario individuare tutti quelli che sono i fattori a rischio, controllarli e nel caso studiarli, individuando così le misure di sicurezza migliori; Inoltre il responsabile nella protezione della prevenzione deve proporre dei programmi di informazione, e allo stesso tempo insegnare ai lavoratori come fare per ottenere maggior sicurezza sul proprio luogo di lavoro.

Competenze

Per quanto concerne invece le competenze, c’è da dire che ruolo del responsabile del servizio di prevenzione e di protezione è rappresentato dal decreto legislativo 81 del 2008, che si applica anche a A tutte le attività nelle quali possono partecipare lavoratori subordinati. Il responsabile del servizio di prevenzione e protezione dai rischi deve avere tutti requisiti sopra elencati per procedere ad attuare il proprio lavoro in maniera professionale.

Questa figura deve rispondere soprattutto ad un datore di lavoro, che nella maggior parte dei casi chiede semplicemente di coordinare un servizio di prevenzione nella propria azienda, disciplinando lo stesso tempo anche lavoratori che ne fanno parte. Il datore di lavoro anche il compito di poter scegliere tra tre opportunità da seguire: ovvero svolgere tutti i compiti che gli vengono richiesti dal responsabile del servizio prevenzione e protezione, nominare allo stesso tempo una persona che svolga questo ruolo all’interno dell’azienda, oppure nominare un responsabile che sia anche un professionista esterno all’azienda, e che dia semplicemente delle linee guida da seguire.

Dunque, infine è giusto dire che è responsabile del servizio di protezione e prevenzione dei rischi professionali deve semplicemente provvedere ad individuare dei fattori di rischio e portare avanti delle misure di sicurezza idonea, che siano progettate per le singole aziende e per i singoli casi. Il tutto deve essere disciplinato dalla normativa vigente adesso in Italia, elaborando anche tutte le misure preventive e sistemi di controllo più elevati, seguendo naturalmente le proprie competenze e le proprie agilità. Il responsabile deve poter proporre dei programmi di informazione e prevenzione, nonché formazione di tutti lavoratori che ci sono all’interno di un’azienda specifica.

You may also like