Canapa light: caratteristiche effetti e differenze d’azione

Canapa light caratteristiche effetti e differenze d’azione

La canapa light è un prodotto sempre più amato, diffuso e di semplice reperibilità. Se non sai quali siano le sue caratteristiche né quali effetti il consumo di canapa light possa garantire, ti consigliamo di continuare nella lettura. Ti spiegheremo infatti tutto quello che c’è da sapere sull’azione della canapa.

Canapa light: caratteristiche

Partiamo prima di tutto dalle caratteristiche della canapa light. Molte persone credono che anche nella canapa light siano presenti importanti percentuali di THC. Non è assolutamente così. Il THC è infatti una sostanza illegale in Italia, così come nella maggior parte dei paesi europei. Il livello di THC presente nella canapa light è bassissimo, irrisorio. Si parla infatti di una percentuale al di sotto dello 0,3%. La canapa light però ha elevati livelli di CBD, un cannabidiolo che non ha alcuna effetto psicotropo e che non può quindi affatto essere considerato come una droga.

Canapa light, quali sono gli effetti

Dato che non è presente THC, il consumo di canapa light non comporta alcun effetto psicotropo. Non ci sono sostanze insomma che possano sballare e che possano essere considerate come delle droghe. È proprio per questo motivo che la canapa light è legale e può essere consumata senza alcun tipo di limite. La canapa light può essere ovviamente consumata senza alcuna difficoltà anche da tutte le persone che devono sottoporsi, magari per motivi di lavoro, a frequenti test antidroga. Non è ua droga infatti e i test non possono rilevarla.

Gli elevati livelli di CBD presenti invece consentono di ottenere importanti benefici. Il CBD infatti è una sostanza in grado di promuovere un’intensa sensazione di relax, capace di calmare, rilassare, tranquillizzare, scacciare via ansia e stress. Sembra inoltre che il CBD possa avere effetti benefici anche sul dolore.

Canapa light, le differenze d’azione

La canapa light oggi disponibile in commercio non è tutta in possesso della stessa identica percentuale di CBD. La percentuale presente infatti dipende da molti fattori, prima di tutto dalla varietà della pianta femminile della canapa che è stata scelta per la coltivazione. Non solo, anche i metodi di coltivazione possono determinare livelli di CBD più o meno alti, senza dimenticare poi l’abilità del coltivatore stesso, che deve essere in grado di selezionare adeguatamente le piante al fine di ottenere le percentuali desiderate. È ovvio che maggiori sono i livelli di CBD, maggiore è l’effetto rilassante che è possibile ottenere.

Detto questo, ci sentiamo però in dovere di sottolineare che in realtà molto dipende anche dal soggetto. Alcune persone sono più sensibili all’azione del CBD e quindi riescono a sentire un intenso senso di relax. Altre persone invece, meno sensibili a questa sostanza, non riescono a provare la stessa sensazione. Si tratta insomma di qualcosa di molto soggettivo. Nel caso in cui una persona non riesca ad ottenere un effetto benefico di questa tipologia, può ovviamente provare diverse varietà di infiorescenze al fine di scovare quella più adatta per le sue specifiche esigenze oppure può provare con altri prodotti a base di canapa light, come ad esempio l’olio di canapa.

You may also like