Scegli il tappeto giusto per arredare in stile shabby chic

Scegli il tappeto giusto per arredare shabby chic

Lo stile shabby chic è sempre più preso in considerazione per arredare un ambiente domestico: si tratta di uno stile che sa coniugare al meglio la bellezza di mobili e complementi di arredo vintage caratterizzati da tonalità molto tenui e linee estremamente semplici che un po’ ricordano quelle utilizzate per lo stile moderno. Potrebbe essere visto come una sorta di giusto compromesso tra questi due approcci d’arredo, anche perché soddisfa al meglio soprattutto le esigenze di chi vuole avere un ambiente confortevole e al tempo stesso ricercato per finiture e decorazioni. Un elemento che certamente è indispensabile per poter esaltare questo genere di stile, è il tappeto. Potrebbe apparire come una cosa estremamente semplice, ma in realtà la scelta del tappeto giusto per arredare shabby chic non è delle più agevoli anche perché le soluzioni sono molteplici e soprattutto bisogna optare per un prodotto che sia in linea con il resto dell’ambiente.

A tal proposito, potrebbe risultare estremamente utile e conveniente dare un’occhiata a questo sito dove sono presenti tantissime tipologie di tappeti in stile shabby chic. Le soluzioni sono differenti non solo per quanto riguarda le decorazioni e le tonalità, ma anche per quanto concerne le dimensioni e i materiali utilizzati. Scopriamo nel dettaglio cosa tenere in considerazione per effettuare una scelta opportuna di un tappeto.

Cosa considerare per scegliere il tappeto ideale per esaltare lo stile shabby

Il tappeto è un complemento d’arredo piuttosto importante in quanto può influenzare in maniera considerevole la bellezza e lo stile di una casa: può rendere il tutto maggiormente armonioso e può offrire una forte sensazione di accoglienza e di comfort. Per effettuare una scelta ottimale ed individuare il tappeto in stile shabby chic più idoneo, bisogna tenere in considerazione diversi fattori tra cui certamente il colore, le misure e il tipo di materiale utilizzato per la sua realizzazione.

I costi ovviamente differiscono in maniera considerevole anche in virtù delle tecniche utilizzate per ottenere un tappeto: in particolar modo quelli più economici sono quelli prodotti su scala industriale, mentre quelli lavorati a mano richiedono un esborso economico più considerevole. Per quanto riguarda i materiali si parte da una classica lana e si può arrivare a materiali sintetici di vario genere oppure si può scegliere anche un tappeto ottenuto con delle fibre naturali.

Solitamente in una casa il tappeto viene posizionato nella zona del soggiorno magari sotto il tavolo oppure nei pressi del divano per ricreare un ambiente quasi più privato. Bisognerebbe prima decidere dove posizionare il tappeto e quindi valutare le dimensioni e anche il materiale. Ovviamente, il tappeto da inserire ad esempio nel soggiorno durante il periodo estivo non può essere in lana piuttosto bisognerebbe preferire altri materiali.

Altri aspetti da tenere in considerazione

Contrariamente a quanto si possa pensare, il tappeto non deve essere inserito soltanto in soggiorno, ma può essere un utile strumento anche in altre zone della casa come la cucina e i bagni. Il tappeto oltre a dare una certa sottolineatura alla linee della casa dal punto di vista estetico, permette anche di godere della sua funzionalità proteggendo la pavimentazione da possibili danneggiamenti. Rimanendo in tema di cucina, si può inserire un tappeto soprattutto se la cucina è stata realizzata con l’isola.

In questo caso, bisogna tenere in considerazione le dimensioni della cucina per evitare di ritrovarsi con un tappeto eccessivamente grande oppure troppo piccolo ed inoltre per quanto riguarda lo stile meglio rimanere in una tonalità molto chiara per evitare dei forti contrasti con la pavimentazione oppure con la cucina stessa. Ad esempio, se la pavimentazione è realizzata in grigio, allora si può azzardare un tappeto con tonalità tendenti verso il rosa tenue oppure si potrebbe scegliere anche un beige molto chiaro. Per quanto riguarda le decorazioni ci si può sbizzarrire a patto che non vi sia tanto contrasto cromatico. Infine, prima di acquistare un tappeto, bisogna anche pensare al modo in cui lo si andrebbe a posizionare nella casa, ad esempio si può pensare ad un tappeto che ricorda nella forme un rombo.

You may also like