Percorsi di digitalizzazione per le aziende

Percorsi di digitalizzazione per le aziende

La digitalizzazione è la più grande tendenza nel mondo degli affari oggi e di certo non scomparirà presto.

La digitalizzazione è il processo mediante il quale un’azienda o un’organizzazione adotta, abbraccia e implementa la tecnologia digitale per migliorare le proprie operazioni e aumentare il proprio vantaggio competitivo.

La digitalizzazione del business è in atto da un po’ di tempo, ma è solo di recente che possiamo vederne il pieno potenziale.

La trasformazione digitale di un’azienda attraversa diverse fasi.

Questi passaggi iniziano con la pulizia e la compilazione dei dati. Quindi, i dati vengono convertiti in formati digitali per una migliore accessibilità ai dirigenti aziendali e ai sistemi di reporting analitici. Infine, l’azienda inizia a migliorare la proposta di valore esistente e costruisce una comunità digitale.

Il nuovo flusso di entrate generato dalla digitalizzazione non si interseca direttamente con i flussi di entrate tradizionali della compagnia. L’obiettivo della digitalizzazione è aumentare l’affidabilità del marchio. Le diverse fasi del processo di trasformazione sono descritte di seguito.

La prima fase prevede la trasformazione delle informazioni analogiche in un formato digitale che i computer possono leggere e archiviare. Per fare un esempio, la maggior parte degli istituti finanziari ha iniziato il processo di digitalizzazione delle loro attività da decenni. Oltre a implementare un sistema bancario di base e il sistema informativo di gestione, hanno iniziato a sperimentare le applicazioni sul campo digitale (DFA). Questo metodo prevede l’equipaggiamento del personale sul campo di smartphone o tablet per raccogliere informazioni in forma digitale quando visitano i clienti. Queste tecnologie hanno creato una nuova generazione di modelli di business.

La seconda fase della trasformazione digitale prevede la reinvenzione del modo in cui le aziende fanno le cose. Mentre la digitalizzazione prevede la conversione di informazioni analogiche in formati digitali, il vero processo di trasformazione prevede la “reimmaginazione” dell’intero processo organizzativo.

Un vero progetto di trasformazione digitale va oltre l’acquisto di nuovi strumenti e tecnologie. Richiede un impegno da parte di tutti i membri dell’organizzazione e sfida le pratiche commerciali esistenti. Alla fine, la digitalizzazione dell’azienda deve funzionare per l’azienda.

Il prossimo passo è stabilire una tabella di marcia della trasformazione digitale. Una buona tabella di marcia includerà i passaggi per ogni fase. Devi decidere quali tecnologie utilizzare, come integrarle e come gestire i nuovi sistemi. Il processo di trasformazione digitale non dovrebbe solo ridurre i costi operativi, ma anche rendere l’organizzazione più flessibile.

Dopo aver determinato gli obiettivi e il percorso per la tua attività, sarai in grado di decidere quale strategia funzionerà meglio. Ma, preparati al cambiamento culturale necessario per farlo funzionare per la tua attività.

Poiché l’automazione è diventata uno stile di vita, le aziende devono considerare l’impatto che avrà sul futuro del loro settore. Mentre l’automazione ci ha portato i vantaggi delle tecnologie digitali, può anche provocare il caos nei loro luoghi di lavoro. Ecco perché l’introduzione di sistemi integrati per computer è un processo molto complesso e ad alta intensità di risorse. Le piccole imprese, in particolare, non possono permettersi di investire nelle fasi iniziali.

Per questo motivo le piccole imprese, a maggior ragione devono affidarsi a consulenti IT specializzati in percorsi di digitalizzazione per le imprese, come per esempi l’azienda MDM TecnoDocs di Varese.

Avvalersi di un’azienda esperta permetterà di evitare gli errori iniziali di implementazione del percorso e soprattutto permetterà ai titolari delle aziende di fare scelte ragionate e mirate. Anche perché, in questo settore, tornare indietro e ripartire è molto difficile e una scelta iniziale sbagliata può comportare storture difficilmente sanabili.

Il costo di scelte sbagliate non è solo relativo all’infrastruttura tecnologica, quanto soprattutto alle ore uomo dell’organizzazione, che dovrà essere formata di nuovo e dovrà riabituarsi a una nuova metodologi di lavoro, utilizzando nuovi strumenti. A questo dovrebbero essere aggiunti i costi psicologici legati alla resistenza al cambiamento che alcune figure professionali potrebbero incontrare.

Come in tutte le cose e a maggior ragione quando si affronta un percorso di digitalizzazione aziendale, sbagliare all’inizio può rivelarsi fatale e difficile da correggere successivamente.

L’era digitale ha portato con sé nuove opportunità per le aziende di crescere in modo esponenziale, nonché nuovi modi per raggiungere i clienti.

La trasformazione digitale riguarda l’adozione di una tecnologia che consente alle aziende di crescere più velocemente che mai e di creare un vantaggio competitivo sui rivali che devono ancora compiere questo salto.

You may also like