Come pulire le zanzariere senza rovinarle?

Come pulire le zanzariere senza rovinarle?

La problematica che viene riscontrata spesso nelle zanzariere plissettate è il fatto che lo sporco si possa depositare tra le pieghe che si vengono a formare nella rete più di quanto possa accadere con una zanzariera normale. Questa è un’osservazione giusta, ma bastano pochi step per risolvere il problema in modo semplice e rapido.

La zanzariera, di qualsiasi tipo sia, si sporca come ogni altro oggetto o parte della casa. Polvere, sporcizia, polline trattenuto specialmente nel periodo primaverile ed estivo si accumula tra le maglie della rete e devono essere rimossi. Per rispondere a questa esigenza abbiamo pensato di creare questa semplice guida per sapere come pulire le zanzariere.

Prima di tutto bisogna dire che le zanzariere di ultima generazione sono create con materiale idrorepellente capaci di evitare che lo sporco si attacchi alla superficie e ricada quindi a terra. L’alta resistenza della rete consente l’esposizione esterna a qualsiasi temperatura e condizione climatica oltre ad essere molto resistente agli strappi, questo permette di poterla levare ogni volta che si desiderala pulirla a fondo.

Le tre regole per pulire la zanzariera

  1. Pulizia regolare della zanzariera sia plissettata che liscia. Questo passo è fondamentale, come si effettuano le pulizie quotidiane della casa si deve anche provvedere alla pulizia della zanzariera in modo costante per poter rimuovere lo sporco che si accumula normalmente tra le maglie della rete.
  2. Niente grassi, oli, acidi o solventi. Per pulire la zanzariera non è necessario utilizzare detergenti aggressivi o prodotti grassi che andrebbero solo a danneggiare la rete formata da fili di poliestere. I solventi vanno ad agire indebolendo il tessuto che si romperà in quanto l’acido mangia letteralmente il materiale di cui è composto. Oli e grassi in generale non servono a pulire la zanzariera ma piuttosto la rendono appiccicosa e la polvere si attaccherà rendendo difficile la successiva pulizia.
  3. Metodo efficace per pulire la zanzariera. Il modo migliore e più semplice per effettuare la pulizia della zanzariera è utilizzare un panno umido passandolo sulla rete per rimuovere semplicemente l’eventuale polvere presente o le ragnatele che gli aracnidi amano fare approfittando della fitta rete di sostegno. Il panno morbido deve essere bagnato e strizzato senza nessuna aggiunta di detersivi. Si procede passandolo dall’alto verso il basso, risciacquando spesso in modo da avere sempre un tessuto pulito e, infine, si lascia asciugare la zanzariera in tutta tranquillità.

Conclusione

Il processo di pulizia della zanzariera può essere effettuato con tutti i tipi di zanzariera a parte quelle a tagliola, in quanto si tratta di un prodotto obsoleto che non prevede mezze misure. La tendina in questo caso può essere tutta aperta o tutta chiusa e non prevede mezze misure, non si ha quindi libertà di decisione in merito.

Tale condizione va a segnare una scarsa pulizia e sensazione di sporcizia diffusa anche al resto della casa, raccolta di insetti morti a causa del movimento a scatto che causa il deposito di queste carcasse nel tubo in cui si ferma la rete, rottura del sistema di movimento provocata dalla formazione di polvere e detriti che si accumulano causando guasti.

Questo è l’unico caso in cui la pulizia della zanzariera diviene difficile da effettuare mentre in caso di modello dritto o plissettato basta seguire le indicazioni riportate sopra nei tre passi in cui si spiega come pulire le zanzariere.

You may also like