Come contestare una multa con autovelox

Come contestare una multa con autovelox

Sulle strade italiane spuntano ogni giorno nuovi autovelox, strumenti con lo scopo di migliorare la sicurezza stradale che molto spesso hanno lo scopo principale di rivitalizzare le casse delle amministrazioni locali.

A causa della grande diffusione di autovelox non è infrequente riscontrare in molte delle multe per eccesso di velocità elementi che consentono di contestare la multa accertata con questi dispositivi.

In questo articolo andremo ad analizzare alcuni dei principali motivi per contestare la multa con autovelox, ovviamente analizzeremo solo i motivi più frequenti e pertanto qualora la multa non dovesse presentare i vizi indicati non è comunque esclusa la possibilità di poter presentare ricorso.

Pertanto il consiglio è quello di rivolgersi sempre a degli esperti della materia che potranno individuare, sulla base della loro esperienza, anche dei motivi ulteriori per contestare il verbale per eccesso di velocità accertato con autovelox.

Autovelox non sottoposto a taratura

A seguito della sentenza della Corte Costituzionale 113/2015 ogni autovelox deve essere sottoposto a taratura almeno con cadenza annuale.

La citata sentenza ha definitivamente introdotto l’obbligo di taratura per tutti i dispositivi di rilevamento delle velocità. Pertanto oltre agli autovelox devono essere sottoposti a taratura anche i dispositivi di rilevamento delle velocità media (cosiddetti Tutor) ed i telelaser.

A seguito della richiamata sentenza la giurisprudenza uniformandosi al principio che sancisce l’obbligatorietà della taratura dei dispositivi di rilevamento della velocità ha in più occasioni affermato che sono viziate e dunque annullabili le multe per eccesso di velocità accertate con dispositivi non sottoposti a taratura o con un certificato di taratura emesso da più di un anno.

Autovelox non omologato

Tale motivo di ricorso contro le multe per eccesso di velocità si fonda sul disposto dell’art. 142 del codice della strada il quale richiede per la validità delle rilevazioni effettuate con autovelox che il dispositivo sia “debitamente omologato”.

Gli studi da parte degli specialisti dei ricorsi contro le multe hanno evidenziato che la maggior parte degli autovelox presenti sulle strade italiane sono solo “approvati” e che tale approvazione è cosa ben diversa dall’omologazione richiesta dal codice della strada.

Tale interpretazione è stata accolta da diverse sentenze emesse sul territorio nazionale, le quali hanno precisato che “approvazione” ed “omologazione” non possono essere considerati sinonimi come ritenuto fino ad oggi da parte della giurisprudenza.

Questo perché i due termini si riferiscono a procedure diverse tra loro che si concludono con provvedimenti diversi.

Come anticipato, di recente molti Giudici di Pace hanno iniziato ad accogliere ricorsi fondati sulla mancata omologazione dei dispositivi autovelox, si tratta di una questione sulla quale non si è ancora formato un orientamento dominante, ma che potrebbe avere degli sviluppi molto importanti.

Contestare la multa con autovelox se la foto riprende più veicoli contemporaneamente

Un altro motivo che in molti casi consente di contestare la multa per eccesso di velocità è legato alla presenza di più veicoli a breve distanza tra loro nella foto scattata dal dispositivo di rilevazione.

Questo perché in presenza di più veicoli ravvicinati non è possibile fornire con certezza la prova di quale sia il veicoli che ha effettivamente superato il limite di velocità previsto per il tratto di strada in cui è avvenuta la rilevazione.

Quest’ultimo costituisce un motivo di ricorso spesso sottovalutato, soprattutto perché molto spesso non si procede a visionare la foto online (quando possibile) o a richiederne copia all’organo che ha accertato l’infrazione.

In conclusione

Quelli indicati, come anticipato, sono solo alcuni dei motivi che consentono di contestare la multa con autovelox.

Pertanto il consiglio è quello di affidarsi per la valutazione della propria situazione ad esperti dei ricorsi contro le multe i quali grazie alla loro esperienza potranno evidenziare anche altri aspetti sui quali fondare il ricorso contro la multa per eccesso di velocità.

You may also like