Quali sono le maggiori differenze fra i vari CMS

Quali sono le maggiori differenze fra i vari CMS

Che cos’è e quali sono le differenze fra i CMS

Il CMS è un sistema di gestione dei contenuti che permette appunto di gestire, pubblicare e aggiornate in maniera corretta i lavori effettuati dai siti web. Questi software consentono di dare all’utente un aiuto maggiore nella navigazione dei contenuti web permettendo di creare, modificare e pubblicare testi e contenuti multimediali grazie a un’interfaccia grafica.

Non è necessario dunque avere approfondite conoscenze sui sistemi di programmazione, ma l’utilizzo è davvero semplice e accessibile a tutti. Non esiste un solo Content Management System (CSM), ma ce ne sono diversi, almeno 300.

Differenze fra CSM: come scegliere quello più adatto alle nostre esigenze.

Sul mercato esistono almeno 300 CMS, ma ovviamente non sono tutti uguali. Le differenze fra CMS sono notevoli e consentono di avere un risultato finale diverso in base alle esigenze di creazione dell’utente. Si possono avere CMS semplici che consentono di gestire un semplice blog di scrittura, di inserimento immagini e file multimediali, fino a veri e propri software altamente sviluppati che invece permettono la gestione di complicati sistemi aziendali ed e-commerce.

Per poter effettuare una scelta dobbiamo dunque considerare innanzitutto a cosa ci serve il CMS. Possiamo individuare in sostanza tre macro aree di applicazione per i CMS che consentono di fatto la comunicazione in Rete: Web Content Management, Blog Publishing News e Social Publishing Community. In generale le attività di Content Management permettono di scrivere i testi, organizzare i contenuti e gestire le informazioni, ottimizzare aspetti grafici e visivi.
Quali sono le differenze fra queste tre tipologie di CMS?

– Web Content Management

I più classico CMS che consente di creare e gestire contenuti del web. Indispensabile per la creazione di una redazione e fondamentale per pianificare la un sito di contenuti multimediali ottimale che sia cioè anche in grado di effettuare una ricerca di documenti con una base dati e di gestire i diversi contenuti della piattaforma.

– Blog Publishing News

Applicazione prettamente finalizzata al blogging ovvero ad inserire contenuti scritti sul sito. Sicuramente questo utilizzo del CMS è da collegare ai social network quindi alla possibilità di avere funzioni che consentano le interazioni con gli utenti e la pubblicazione e programmazione dei post sulle piattaforme social quali Facebook, Instagram, Twitter ecc..

– Social Publishing Community

La community è un’evoluzione del blog in quanto prevede l’utilizzo di funzioni più complesse. In content in questo caso non viene solo generato dal gestore del sito ma da tutti gli utenti che vi possono interagire.

Quali sono i diversi software per Content Managment System: le differze fra i CMS più utilizzati

I CMS possono essere di diverso tipo in base all’accesso. Ci sono alcuni sistemi con codice di programmazione liberamente accessibile cioè che può essere visualizzato da tutti e modificato. Questi sono i cosiddetti “open source”. Ci sono poi i CMS proprietari ovvero fatti sviluppare in privato e commercializzati. Per utilizzarli bisogna dunque pagare una licenza per poter accedere al codice sorgente.

– WordPress

E’ la soluzione più utilizzata al mondo che consente di mettere a disposizione in contenuti in maniera rapida e senza alcun costo. Sono tantissimi i siti web che utilizzano questo popolare CMS opern source. Inizialmente era utilizzato solo per sistemi come i blog, ma le diverse estensioni create in seguito l’hanno reso più sviluppato e quindi utilizzabile per diversi scopi, non solo per la scrittura.

I pro sono la possibilità di generare community anche vaste, la facilità dell’utilizzo e dell’installazione. I contro di questa piattaforma sono la lentezza derivante dai file complessi e soprattutto gli attacchi da parte degli hacker, risolvibili solo con costanti aggiornamenti sulla sicurezza.

– Joomla

E’ la piattaforma CMS più utilizzata dopo WordPress. LA differenza primaria sta nell’utilizzo di diverse funzioni giù integrate ovvero che non necessitano l’installazione di estensioni. E’ caratterizzato da un software orientato agli oggetti.

Consente agli utenti di scrivere le proprie estensioni e condividerle con la community quindi ha una forte interazione nella fase di sviluppo con tutti gli utenti che possono attivare estensioni in plug in, componenti e moduli sia dal back end che dal front end. Tra i pro troviamo la facilità dell’installazione e della manutenzione. Tra i contro la gestione dei permessi e i pagamento delle estensioni più sviluppate.

– Drupal

Nasce come soluzione per una community di studenti, ma poi diventa un CMS open source al pari di tutti gli altri. E’ facile da installare e consente estensioni mediante moduli. Con il CMS di base è possibile già accedere ai maggiori servizi come blog, forum e tag cloud.

La differenza rispetto agli altri CMS sta nella personalizzazione molto ampia e nella creazione di piattaforme molto dinamiche. Drupal si concentra maggiormente sulla realizzazione di piattaforme di Social Publishing e di community. Tra i contro però troviamo una configurazione complessa e troppe installazioni di moduli per rendere la piattaforma più sviluppata.

– Prestahop

Questa piattaforma si presenta come soluzione compatta, innovativa ed efficace. Consente di creare un negozio on line qe quindi sviluppare attività, pertanto è un SMS e commerce. La differenza rispetto alla piattaforma Magento sta nella scelta dei rivenditori che, solitamente, si rivolgono a Prestashop per creare e-commerce di dimensioni medio piccole.

– Magento

E’ una piattaforma oper source molto flessibile e scalabile. Dotata di versione base alla quale vengono applicati moduli ed estensioni necessari per ampliare le funzionalità. Il pannello di amministrazione è intuitivo per cui come piattaforma si presenta semplice nell’utilizzo. E’ ideale per progetti più complessi perché gestisce elevate quantità di articoli senza perdere in performance.

In merito agli ultimi due CMS che consentono la creazione di e-commerce, sicuramente il consiglio è quello di rivolgersi sempre ad esempi del settore come le agenzie web. Questa scelta infatti consente di ottenere risultati migliori sia nella creazione del sito che nella performance finale.

In tal senso IAB, web agency Avellino offre servizi di web marketing, graphic design e creazione di contenuti multimediali che consentono di creare dei veri e propri siti vetrina e siti web commerce. L’agenzia, a differenza dell’utilizzo del solo utente, consente soluzioni strategiche che si basano sul posizionamento SEO e sulle campagne di Google Adwords.

You may also like